Skip to main content
La TrullaiaRicetteTerritorio

Friselle a volontà

Il nostro viaggio nella mia amatissima regione continua con le friselle! 

La forma delle friselle non è casuale, e l’ha assunta proprio per ovviare alle esigenze di trasporto; infatti veniva fatta passare una piccola corda al centro, e dopo aver annodato le estremità, formavano una collana che veniva appesa per essere trasportata più facilmente. 

La frisella è nata come una preparazione povera; in origine era l’alimento tipico dei marinai grazie alla loro resistenza; essendo un prodotto secco non pativa con il passare dei giorni. Erano lo spuntino dei Crociati e dei pescatori nelle loro battute di pesca. Ma le vere origine sono ancora più antiche: erano il pane delle navi fenicie più di 3000 anni fa, quando i marinati le inzuppavano in acqua di mare prima di mangiarle! Si narra addirittura che le friselle siano state portate in Puglia da Enea, durante la sua fuga dalla città di Troia!

La frittella è una preparazione di grano duro, e proprio per questo è spesso considerato come un sostituto del pane. 

Le friselle, però, al contrario del pane vengon cotte due volte, proprio come i biscotti; l’impasto e gli ingredienti sono molto simili a quello dei taralli! Ma a differenziarli è il modo in cui vengono formati. Quello delle friselle viene lavorato fino a creare delle losanghe, che vengono schiacciate con le dita per assottigliarle, e arrotolate su sé stesse mantenendo un foro al centro. Allora si infornano, e dopo una prima cottura vengono tagliate con uno spago, che regalerà quell’aspetto irregolare. È allora il momento della seconda cottura, passaggio fondamentale per eliminare l’umidità rimasta. 

Allora, ecco qui la mia ricetta e le mie dose magiche!

Ingredienti 

  • 500 gr di farina mista (00, cereali, integrale e semola)
  • Mezzo bicchiere di olio evo
  • Acqua q.b.
  • Un cubetto di lievito di birra
  • Sale

Procedimento

Impasta tutti gli ingredienti, e forma delle palline leggermente schiacciate. Inforna in forno caldo a 180 gradi per 10 minuti, poi taglia le palline a metà ed inforna per altri 5 minuti prima di gustarle anche calde!

Maria Alessandra de Leonardis

Ciao! Sono Maria Alessandra. Vivo a Milano da 25 anni, ma sono nata a Bari dove ho vissuto fino ai 27 anni e dove torno tutte le volte che posso. In questo blog racconto la Puglia e la (mia) vita, convinta che le cose speciali siano quelle semplici! Seguimi su Instagram e Facebook, mi trovi cercando @latrullaia

Lascia un commento

Close Menu

CHI SONO

Sono Maria Alessandra de Leonardis.
Vivo a Milano da 25 anni, ma sono nata a Bari, dove ho vissuto fino ai 27 anni e dove torno tutte le volte che posso.
Continua a leggere...

STORIE

Su questo blog racconto la Puglia e la (mia) vita, convinta che le cose speciali siano quelle semplici.
Leggi le storie...

CONTATTI

em@il: alessandra@latrullaia.it
70010 Locorotondo (BA), Italy